quanto valgono le azioni social sui quotidiani online?

L’analisi del Giornalaio – che ho embeddato qui e lui stesso spiega in dettaglio in un post sul suo blog – solleva tutta una serie di riflessioni e interrogativi, secondo me molto nuovi nel contesto attuale.

IL DATOInnanzitutto – che io sappia – credo sia una delle prime elaborazioni del genere, che mette in relazione le azioni sociali e l’audience online. Cosa che non viene fatta dai player che monitorano gli accessi ai siti come Audiweb (a parte google analytics).

IL TARGET – Ammesso che si condivida ciò che si ritiene interessante, va detto che il link condiviso finisce su piattaforme nelle quali ciascuno di noi ha relazioni sociali già collaudate. Lo sharing ha come target principale gli amici di facebook e i follower di twitter, quindi ha un potenziale molto più impattante e preciso in termini di target rispetto per esempio alla fanpage del quotidiano che mette in share un contenuto. Inoltre ciascuna azione social dei lettori agisce con il metodo many-to-many, superando – e vincendo – il broadcasting.

IL TIMING – Le condivisioni poi non sono necessariamente legate al tempo reale, cosa che invece per forma mentis guida lo sharing di chi cura una fanpage ufficiale. Si condivide un contenuto anche con tempi molto dilazionati. Ciò chiaramente accresce di molto il valore di un contenuto che “dura di più”.

LA VALUE – Se condividiamo un contenuto con amici e follower, il link si porta dietro anche l’ADV presente in pagina. E allora: se l’ADV è gestita in rotation, questa azione non viene valorizzata. Se l’ADV invece è in target sull’argomento (es.: economia, cultura, calcio, etc…) allora il suo valore cresce, perché lo sharing permette di veicolarla sui social attraverso chi condivide, e in questo modo raggiungere un target potenzialmente più interessato al messaggio.

SHARING THROUGH – Il rapporto tra condivisioni/visitatori – forse sarebbe meglio puntare su condivisioni/pageview – può diventare un parametro per le campagne di Advertising (questo è forse l’aspetto più interessante/innovativo dell’elaborazione del Giornalaio), al pari delle Impression e dei Click Through. Si può investire su un media con una campagna pubblicitaria, in base per esempio a un dato medio che indichi la viralità potenziale dei suoi contenuti: ovvero, investire sui siti dove si condivide di più.

Leave a comment

Filed under letti sul web

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s