Fotovoltaico, in Emilia un’impresa ogni 4 mila abitanti

Il tema del fotovoltaico riporta persino all’antico, rimettendo in cima alle priorità la terra: più ne possiedi, più grande può essere l’impianto da costruire. Fattore questo che sta trasformando i paesaggi a partire dalle compagne, dove i campi dimenticano per sempre gli ortaggi per diventare piccole centrali energetiche. Ciò è tema del nuovo Piano Paesistico Regionale approvato pochi mesi fa, che però va dotato di una direttiva specifica perché la legislazione nazionale è carente.

Aggiunge Bianchi: «Provando a fare una stima, è possibile dire che oggi nella nostra regione operino circa 1200 imprese sul campo del fotovoltaico»: circa una ogni 4 mila abitanti. Il mercato dei pannelli poi è diviso in tre grandi fasce classificate per potenza e riassumibili approssimativamente così: i privati che li mettono sul tetto di casa, le aziende che li installano sul coperto delle fabbriche e i grandi investitori come le pubblic company dell’energia (Hera ad esempio) che realizzano grandi impianti a scopo speculativo, per rivendere energia insomma. In quest’ultimo caso negli ultimi due anni, secondo l’Irex Report di Althesys in collaborazione con il Politecnico di Milano, in Emilia-Romagna sono state fatte 389 operazioni di cui 187 di crescita interna. Secondo il Solar Energy Report del Gse è possibile stimare in 700 il numero di imprese che operano nelle aree di business nel 2009, cui si aggiungono gli installatori. Ancora: «Il numero degli operatori attivi sul mercato italiano è aumentato di circa il 12% rispetto al 2008». Infine: il rapporto tra aziende italiane e non sul mercato è di 30% contro il 70%. In pratica, abbiamo la materia prima (il sole), il mercato cresce e lasciamo che ci guadagnino gli stranieri. Nonostante tutto, c’è la solita consolazione statistica: l’Emilia-Romagna è tra leader in Italia (con Lombardia, Veneto e Puglia).

Altri dettagli dal Solar Report : solo il 21% degli investimenti è di natura pubblica, con il restante 79% fatta da privati (cittadini o imprese); la nostra Regione nel 2009 è cresciuta del 55%.

Leave a comment

Filed under letti sul web

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s