La bolletta costa meno ed Hera si espande nelle Marche

I conti sono positivi, il futuro è sinonimo di crescita. Negli anni bui della crisi economica, Hera viaggia in controtendenza su tutti i fronti, prove ne sono i numeri del bilancio di sostenibilità 2009. Capitolo primo, il costo dei servizi. Il 2009 è stato contrassegnato dalla riduzione media delle tariffe, con un calo di 21 euro all’anno per il gas e di 17 per l’elettricità, a fronte di lievi aumenti per acqua (più 2 euro) e rifiuti (più 7 euro). Il che significa che mediamente una famiglia ha speso in dodici mesi 1780 euro, 29 in meno del 2008. Capitolo secondo, le prospettive. Ovvero, ciò che il presidente Tomaso Tommasi di Vignano ha spiegato a margine dell’incontro, parlando chiaramente di crescita verso le Marche. Quando? «La situazione si potrà muovere quando bisognerà fare le gare per la distribuzione del gas che saranno le prime ad essere svolte se si decidono a fare i regolamenti», ha detto. Sulla via Emilia poi c’è il tema di Aimag, l’azienda di servizi che serve 14 Comuni nel modenese e 7 nel mantovano, mentre appare difficile per quanto interessante approdare in Toscana dove «la situazione è complicata perché molte aziende anche se piccole hanno già preso un partner», e da escludere guardando verso l’azienda di La Spezia con la quale «in questo momento non c’è nulla di negoziale».

E allora si comincia dalla bolletta, della quale solo il 33% del totale è di competenza di Hera, mentre il resto corrisponde a costo delle materie prime, trasporto, stoccaggio e imposte. Passando poi per i risultati sul campo, con la differenziata salita al 44,8% e circa un miliardo di euro distribuito ai portatori d’interesse sul territorio. Quanto all’inquinamento, Hera vanta una decrescita del 13% delle emissioni in atmosfera rispetto ai limiti di legge, un 63% dell’energia erogata da fonti rinnovabili, una lotta allo spreco con la quota del 25% dell’acqua immessa in rete e non fatturata (la media nazionale è del 34%). Paletta verde degli ospiti, il commissario Anna Maria Cancellieri e la vicepresidente della Regione Simonetta Saliera, che però ha invitato la multiutility a divulgare maggiormente questi risultati.

Leave a comment

Filed under letti sul web

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s