Casalecchio, Intesa chiude il Tecnocentro

Le indiscrezioni trovano conferme ufficiali, tanto che dal Gruppo spiegano che «è in corso un’analisi tesa a riconsiderare la presenza di Intesa Sanpaolo nella struttura di Casalecchio, anche alla luce di un più generale progetto di razionalizzazione delle localizzazioni del Gruppo nelle diverse strutture a disposizione nell’area urbana bolognese». Così lo storico Tecnocentro di via del Lavoro si avvia alla chiusura e sull’argomento la proprietà ha in programma un incontro con le rappresentanze sindacali proprio a fine mese. Lo stabile occupa circa 200 dipendenti ed era stato costruito da Carisbo una ventina di anni fa, poi passando di mano ai nuovi proprietari delle Assicurazioni Generali. Le preoccupazioni principali sono legate al destino dei lavoratori che operano nel Polo, qualcuno paventa addirittura un trasferimento al centro di Parma di proprietà di Intesa Sanpaolo, ma proprio su questa possibilità da Carisbo fanno sapere che al momento non è previsto alcun esodo verso la città ducale. I lavoratori del Tecnocentro di Casalecchio con tutta probabilità verranno trasferiti nei locali dell’ex esattoria di piazza Cavour a Bologna, di proprietà di Carisbo e attualmente utilizzati solo in parte. La chiusura definitiva, se confermata, avverrà con tutta probabilità entro il 2010 in considerazione del fatto che il contratto d’affitto dello stabile di Casalecchio scadrebbe nel prossimo novembre. Risparmiare sui costi dell’immobile (pare che il Polo costi circa 1 milione di euro l’anno) e trasferire il personale nel cuore di Bologna potrebbero essere allora gli ingredienti principali dell’incontro che a fine marzo vedrà partecipare proprietà e delegazioni sindacali. L’ipotesi di dismissione era già stata mesi fa oggetto di un’iniziativa della Fisac Cgil, che aveva fatto volantinaggio in sede manifestando preoccupazioni sul destino del Polo. In Provincia fu presentata anche un’interrogazione dal consigliere dell’Italia dei Valori Paolo Nanni, che aveva raccolto i timori dei lavoratori dovuti alle ripetute voci di smantellamento della struttura. Stando così i fatti pare però che sulla dismissione del Tecnocentro manchi soltanto l’ufficialità, con quest’ipotesi di spostare gli uffici all’ex esattoria di piazza Cavour. Restano da definire i tempi e, pur essendoci su questo punto rassicurazioni da Carisbo, da capire quale sarà il destino dei lavoratori del Polo di via del Lavoro.

Leave a comment

Filed under letti sul web, vecchi articoli su l'informazione - ildomani

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s