Quarant’anni per il primo nido d’Italia

Gianluca Gubbioli sale sulla scala, Roberto Pegoli non è d’accordo. E’ l’anno scolastico 69/70 e loro sono i protagonisti del primo video girato nel primo asilo d’Italia. Da allora sono passati 40 anni e gli ex alunni si sono ritrovati ieri per un compleanno speciale al nido Patini di via Saliceto, una struttura che ha fatto la storia nel campo della formazione dei bambini. Qualcuno è un po’ stempiato, un altro ha un bimbo in braccio, ma eccolì lì, nel luogo in cui è cominciato tutto, a parlare di quel filmato. . Per spegnere le candeline è venuta anche Clio Napolitano, moglie del presidente della Repubblica Giorgio. Circondata dagli ospiti, tra cui il governatore Vasco Errani e la presidente della Provincia Beatrice Draghetti, un po’ imbarazzata dall’accoglienza così affetuosa, si dice . La struttura del nido l’ha colpita particolarmente. . La stessa avanguardia per cui il sindaco Flavio Delbono spiega che . Perché quel nido fu voluto dal Comune di Bologna, ma fu costruito grazie all’ingente donazione di Aldo Patini, imprenditore metallurgico. Lo spunto nacque però dall’intuizione di Adriana Lodi, anche lei presente alla festa di compleanno di ieri, e all’epoca assessore comunale all’Assistenza. Scoprì dell’esistenza in Svezia di una struttura per bambini e andò a visitarla nel 1966, tornando con delle fotografie per fecero poi da spunto per la costruzione del nido Patini. L’idea dunque era in cantiere e per realizzarla fu fondamentale la donazione dell’imprenditore di cui il nido (insieme alla moglie) porta il nome e che chiese che la struttura fosse realizzata alla Bolognina. Tre anni dopo, nel novembre del 1969, quel taglio del nastro di cui ieri si sono spente le candeline del quarantesimo compleanno. Commevente anche per le “dade” di allora, che ieri il sindaco Delbono ha premiato con la spilla del Comune di Bologna. Valeria Armaroli, Teresa Filippini, Piera Lazzari, Flora Tugnoli, Vilma Verzelli, Graziella Calzolari, Bruna Vancini: eccole lì, tornate nel nido che hanno contribuito a fondare.

Leave a comment

Filed under letti sul web, vecchi articoli su l'informazione - ildomani

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s